Kim Ki-Duk – Maestro dell’anima, parte il crowdunding per pubblicare in Blu-Ray i film del regista di Ferro 3

0

Grazie a CG Entertainment e a Tucker Film parte oggi la campagna di crowdfunding START UP! per pubblicare per la prima volta in Blu Ray 6 film di Kim Ki-Duk in versione restaurata, raccolti in un prestigioso cofanetto da collezione.

I film proposti sono L’isola (2000), Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera (2003), Ferro 3 – La casa vuota (2004), L’arco (2005), Arirang (2011) e Pietà (2012).

Il Box Kim Ki-Duk – Maestro dell’anima sarà a tiratura limitata e numerata e conterrà 6 blu ray e 6 card.

Tutti i film saranno disponibili nella doppia versione italiano e lingua originale con sottotitoli in italiano; L’isola e Arirang saranno disponibili solo in lingua originale con sottotitoli in italiano.

L’edizione sarà accompagnata da contenuti speciali e come per ogni START UP! all’interno della confezione sarà riportato il nome di tutti i partecipanti al progetto.

L’edizione sarà così composta:

–  Box in formato Ecolbox (altezza: 26,7 cm, larghezza: 17,7 cm, profondità 2,7 cm) con chemise che conterrà i 6 Blu-ray (altezza: 26 cm, larghezza 17,2 cm, profondità 8 mm)

– Artwork esclusivi

– I film in versione restaurata

– 6 card da collezione

– Nome dei partecipanti al crowdfunding

– Numerazione della copia

– Extra Video:

da Primavera, estate autunno, inverno…e ancora primavera: Trailer,  Making of

da Ferro 3 – La stanza vuota: Trailer, Making of,  Interviste, Festival di Venezia 2004

da L’arco: Trailer,  Making of

Altro in fase di definizione

La campagna di crowdfunding è attiva dal 23 aprile 2024 in esclusiva sulla piattaforma CGtv.it all’indirizzo www.cgtv.it/start-up/ e solo al raggiungimento di 500 preacquisti effettuati entro il 21 maggio 2024.

Presentato al Festival di Venezia nel 2000, L’isola è il primo film che fece conoscere il regista al pubblico occidentale, opera dalle tinte forti che alterna ossessione e amore, tenerezza e crudeltà.

Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera, è un apologo sulla ciclicità delle stagioni e degli errori umani.

Ferro 3 – La casa vuota, è il film che segna la consacrazione definitiva di Kim Ki-Duk in occidente con il premio speciale per la regia alla Mostra del Cinema di Venezia del 2004.

L’arco, presentato al Festival di Cannes nel 2005, continua la parabola del suo cinema come deriva dei sensi.

Arirang racconta tre anni di profonda crisi personale e artistica e vede Kim Ki-Duk puntare questa volta la camera verso se stesso per mostrare al mondo i suoi tre volti: il vittimista, l’inquisitore e l’osservatore disincantato.

Infine Pietà è il film del ritorno alla passione per il cinema, che gli valse il Leone d’Oro al Festival di Venezia nel 2012.