La nuova serie Sky Il villaggio dei dannati reinventa il romanzo di fantascienza di John Wyndham, che ha già goduto di una trasposizione cinematografica nel 1995 a cura di John Carpenter.

La storia è ambientata in Inghilterra, più precisamente nella cittadina di Midwich. Midwich potrebbe essere catalogata come la classica zona popolata da poche persone in cui non succede mai niente di emozionante.

Un giorno uno strano blackout fa da preludio ad un evento incredibilmente misterioso. All’improvviso in tutta la cittadina manca la corrente e i residenti sono travolti da una forza misteriosa.

Durante dodici, lunghissime, ore, chiunque provi ad entrare a Midwitch non potrà fare a meno di perdere i sensi.

Da quel giorno in poi questa zona del sud dell’Inghilterra diverrà tristemente famosa e sarà costantemente monitorata dal governo inglese.

E’ DIFFICILE TORNARE ALLA NORMALITÀ’

Dopo quelle interminabili ore sembra che la situazione sia tornata normale. Tutti i cittadini vengono sottoposti ad esami vari che possano provare eventuali problemi di salute.

Fortunatamente i residenti stanno bene e quella orribile esperienza può essere dimenticata ed essere relegata al passato.

Sebbene lo stato fisico di tutti gli abitanti sia ottimale, l’incubo non è ancora finito. Ogni donna che si trovava in città durante quell’assurdo blackout prova una sensazione particolare, come se dentro di lei stesse nascendo una nuova vita.

Questa percezione si rivela esatta: ogni cittadina di Midwitch potenzialmente fertile porta in grembo un nascituro. Non importa che non abbia avuto recenti rapporti sessuali: da questo momento in poi ha inizio una insolita gravidanza.

Un avvenimento assurdo che non trova alcuna spiegazione scientifica e che non è facile da affrontare.

UN ROMANZO ADATTATO IN MODO IDONEO

Sebbene in molti si ricordino il romanzo di John Wyndham, la nuova serie riesce con successo a trasporre le drammatiche vicende del racconto di fantascienza nella modernità.

Oltre a dover affrontare un evento soprannaturale così improvviso, tutta la cittadina di Midwitch nella serie Sky deve anche fare i conti con la perdita quasi assoluta della privacy.

Midwitch, da quando ha subito quel misterioso black-out, è sotto stretta osservazione del governo, con svariate telecamere che spiano i momenti di vita quotidiana dei residenti.

Con l’arrivo dei noti bambini dalle capacità particolari inoltre ogni famiglia deve sottostare a rigide regole che sottopongono il proprio figlio  a diversi esami, che possano controllare come questa forma di vita sia attribuibile a quella umana e non ad un essere dalle capacità sconosciute.

Tutte le procedure che gli abitanti di Midwitch sono costretti ad attuare sono descritte e presentate in maniera realistica nella serie, coinvolgendo in questo modo lo spettatore.

UNA PICCOLA E PERICOLOSA COMUNITÀ’

Nella terza e ultima puntata che ho potuto vedere in anteprima i bambini iniziano a crescere. Sono passati due anni sostanzialmente tranquilli, due anni in cui ogni madre ha imparato ad amare la propria creatura nata per cause ignote.

Anche i piccoli hanno manifestato grande affetto per i loro genitori, ma adesso iniziano a mostrare delle capacità oscure e potenzialmente molto pericolose.

Questi bambini a prima vista adorabili hanno uno spiccato senso comunitario con i loro simili, che si dimostrerà essere un atteggiamento alquanto minaccioso per tutti gli adulti che abitano questa cittadina un tempo serena.

Midwitch si prepara ad affrontare degli eventi che possono facilmente sbocciare nella violenza estrema, perpetrati da carnefici inimmaginabili.

Se prima questo luogo era solo un piccolo ed anonimo agglomerato urbano inglese, ora potrebbe essere il palcoscenico ideale di eventi drammatici ed inspiegabili.

Dove vedere Il villaggio dei dannati
COMMENTO
La serie Sky Il villaggio dei dannati, in questi tre episodi iniziali, si presenta bene ed offre una sceneggiatura curata che riesce a rivisitare il romanzo di John Wyndham in modo idoneo. Oltre allo shock che vede la nascita di bambini concepiti in modo inverosimile, gli abitanti di Midwitch devono fare i conti anche con la stressante presenza degli indiscreti occhi del governo inglese, costretto a monitorare questa situazione ogni giorno. Gli avvenimenti sono descritti in maniera realistica, cosa che giova al coinvolgimento nella storia che, sebbene in molti conoscano, con questi accorgimenti riesce ad essere comunque stimolante e ad incuriosire. La vita di ogni personaggio inoltre è descritta con cura, soprattutto quando prende in esame la nuova quotidianità di famiglie che si ritrovano un primogenito, oppure un secondogenito, che non è sempre accettato come figlio naturale. In attesa di scoprire le pericolosissime capacità di questi bambini, consiglio di dare uno sguardo alla serie Sky, che pur non offrendo un grande livello di pathos, ha il dono di mostrare una storia ben congegnata e potenzialmente appassionante.
7.3
Articolo precedenteI film di Sony Pictures arrivano su DIsney+: i primi sono Spider-Man: Un nuovo universo e Venom 
Articolo successivoCapcom Showcase, tutte le novità presentate su Resident Evil 4, Exoprimal e altri giochi
Dopo la visione di “Grosso Guaio a Chinatown” a 10 anni, la mia più grande passione è diventata il cinema. Poco dopo gli adorati schiacciapensieri vengono surclassati dall'arrivo di un computer di nome “ZX Spectrum”. Scatta così l’amore per i videogiochi e la tecnologia. E le serie TV? Quelle ci sono sempre state, da "Il mio amico Arnold" fino a "Happy Days".