Gli EuroPlay 2024- l’altra Nazionale, i commenti degli ospiti del talk di Michela Giraud sulla nazionale: il programma piace ai giovani

0
Gli EuroPlay 2024- l’altra Nazionale commenti cover

Alla fine noi italiani non perdiamo, al massimo impariamo!» Commenta così Herbert Ballerina, attore e comico, ospite della seconda puntata de Gli EuroPlay 2024- l’altra Nazionale, il talk ironico condotto dall’ attrice e comica Michela Giraud seguito per il 56% da utenti con meno di 45 anni, e in particolare con target compreso tra i 15 e 24 anni.

In una partita in cui c’è troppa Spagna in campo contro l’Italia che ora si giocherà il tutto per tutto nella sfida con la Croazia, Chef Mariola ai fornelli prepara piatti tipici della cucina spagnola, dal gazpacho al polpo alla gallega. Una partita in cui l’Italia subisce la squadra avversaria, alla fine piovono commenti e pareri.

«Abbiamo visto che l’Italia è del Capricornodice Simone Carponi, esperto di segni zodiacali seguitissimo sui social.  E quello che spesso manca a questo segno zodiacale è il gioco di squadra. Mentre la Spagna (del segno della Bilancia) ha fatto tutto! Gli Azzurri hanno avuto molta pazienza. Hanno aspettato l’opportunità giusta ma forse se la sono presa un po’ troppo comoda. Ha giocato praticamente solo la Spagna!»

«È stata un’Italia dominata sui tre aspetti: tecnico, fisico, tatticoaggiunge Francesca Brienza, giornalista.  La Spagna ha giocato la partita che voleva giocare l’Italia. La nostra è una nazionale giovane, fresca, e c’è tanto lavoro da fare.»

«Sono molto delusa dall’Italia, abbiamo fatto una figuracciacommenta la content creator Martina Monti. Abbiamo incontrato una squadra che doveva essere al nostro livello e ne siamo usciti con le ossa rotte…L’Italia vista non ci da grandissima sicurezza.»

«È vero che il goal ce lo siamo fatti da solisostiene l’ex calciatore Davide Moscardelli. Ma i giocatori in campo hanno vissuto difficoltà importanti. C’è la possibilità di passare il turno poi, naturalmente, le partite si faranno ancora più dure. Sono deluso anche io!»

«Non è forte chi non cade ma è forte chi cade e si rialza» conclude il giornalista Alessio Viola mentre l’Italia è rimandata alla partita contro la Croazia.