Sono passati molti inverni da quando uscì il videogame Sonic the Hedgehog. Era il 1991 quando il videogioco di Sega, nato per contrastare il potere di Super Mario Bros. sulle console Nintendo, fu a disposizione di tutti i giocatori di Megadrive, la piattaforma a 16 bit del famoso marchio Sega.

Quello che contraddistingueva il gioco era una incredibile velocità, che aveva come protagonista un curioso porcospino blu che amava vestirsi con scarpe da ginnastica alla moda.

Il successo di Sonic fu praticamente immediato: il level design accurato e divertente, unito alla vincente rappresentazione di questo personaggio carismatico e a suo modo sprezzante, conquistò tutti gli appassionati di videogames.

Sonic era destinato a diventare un lucroso franchise per Sega, ed era un peccato che macinasse successi solo e soltanto nell’ambito del mercato videoludico.  Il riccio blu era pronto per comparire in serie animate, manga  e fumetti, per conquistare anche il panorama dell’intrattenimento a 360 gradi, fidelizzare gli appassionati che già lo amavano e soprattutto crearne di nuovi.

ALLA CONQUISTA DEI CINEMA

Dopo aver offerto lungometraggi  e serie televisive animate, a Sonic mancava solo un bel film che potesse essere visto al cinema, con un grande schermo che risaltasse tutta la sua innata velocità e le adrenaliniche scene di combattimento contro i nemici che da anni affrontiamo con un joypad alla mano.

Dal momento che oramai la computer grafica permette miracoli, il nuovo film di Sonic poteva essere girato assieme ad attori in carne e ossa, per valorizzare ancora di più il franchise e rendere lo spettacolo  più appetibile ad un pubblico generalista.

Tra il dire e il fare, c’è di mezzo la 20th Century Fox, che proprio in questi giorni distribuisce Sonic – Il Film, nuovo action movie con la mascotte Sega e attori del calibro di Jim Carrey nei panni del nemico per antonomasia di Sonic, quel Dr. Robotnik che ama contrastare il nostro veloce eroe con l’uso di enormi robot, e James Marsden, che diventerà il migliore amico del riccio blu.

MA ANDIAMO CON ORDINE

Dopo una presentazione in cui viene presentato un collage di decine di videogiochi degli anni ’80 e ’90 di Sega, ideale per stuzzicare tutti gli adoratori degli arcade, Sonic – Il Film ci mostra le prime immagini del lungometraggio.

I primi minuti di visione sono costruiti totalmente in computer grafica, e mostrano come un Sonic in tenera età sia costretto a sbarcare sulla terra e a costruirsi una vita tra gli esseri umani.

La nuova vita di Sonic non è molto entusiasmante dal momento che, sebbene sia voglioso di socializzare, il porcospino blu purtroppo non riesce in alcun modo ad avvicinare nessuno per costruire un rapporto amicale.

Alcuni particolari eventi permetteranno al nostro protagonista di venire a contatto con il simpatico sceriffo Tom Wachows (James Marsden), candidato ideale per divenire il migliore amico di Sonic.

NON ESISTE UNA STORIA SENZA UN CATTIVONE DA AFFRONTARE

Ovviamente il plot del film prevede anche la comparsa dell’agguerrito Dr. Robotnik (Jim Carrey), contro il quale Sonic e Tom dovranno combattere per salvare la pelle.

Jim Carrey è credibile nei panni di Robotnik. Anche se l’attore offre un tipo di comicità già vista e rivista, soprattutto in film come Ace Ventura, c’è da dire che l’atteggiamento fuori dalle righe dell’attore canadese si sposa bene con il sarcasmo che da sempre accompagna l’atteggiamento dell’avversario numero uno di Sonic.

Da sempre Robotnik si  contraddistingue come un pazzoide genio della robotica che, in pochi attimi, ha la capacità di costruire enormi e ingegnosi robot da scagliare contro l’imprendibile Sonic.

Fortunatamente il film prevede scontri dinamici e abbastanza entusiasmanti tra Sonic e le invenzioni di Robtnik, anche se sarebbe stato bello godere della vista di robot molto più agguerriti ed enormi.

Quelli che la pellicola offre sono macchine di piccole o medie dimensioni,  originali nel loro funzionamento, ma che non possiedono quella possanza che i fan di Sonic sono abituati ad osservare mentre godono dei suoi videogiochi.

UNA SCENEGGIATURA FIN TROPPO SEMPLICE

Sonic – Il Film è un prodotto cinematografico sicuramente adatto alla visione di un bambino. Tenendo fede allo spirito della serie animata, anche questo lungometraggio di Sonic vuole essere caratterizzato da una sceneggiatura perfetta per essere fruita da un pubblico giovanissimo.

Il racconto è piuttosto semplice da seguire, e mette in scena sostanzialmente tre protagonisti principali, Sonic, Tom e Robotnik.

In  Sonic – Il Film non vedremo altri personaggi del suo mondo fantasioso. Quello che il film vuole offrire (o almeno così sembra) è un divertente prologo alla storia del riccio blu, probabile apripista di altri film della serie.

Se il racconto cinematografico è ideale per un pubblico di minori, la visione da parte di un adulto potrebbe diventare, a tratti, noiosa per mancanza di veri e propri colpi di scena che possano in qualche modo emozionare.

Gran parte della pellicola mostra la nascita del rapporto di amicizia tra Tom e Sonic, con siparietti simpatici tra lo sceriffo e il riccio blu in fuga.

Scene di primo acchito banali, ma che vengono valorizzate da effetti speciali degni di nota, soprattutto durante una vivace rissa in cui lo slow motion la fa da padrona mentre il riccio blu approfitta della sua eccezionale velocità, tale da far quasi fermare il tempo.

Sonic – Il Film, a conti fatti, è un discreto esordio del noto personaggio Sega nei cinema. Tutto il film appare come una divertente e semplice introduzione di futuri lungometraggi, e proprio per questo soffre di una sceneggiatura fin troppo superficiale

COMMENTO
Dopo i primi trailer rilasciati che denunciavano un look di Sonic fin troppo distante da quello originale, il riccio blu si presenta nei cinema con un design finalmente adatto e vincente. Risolto il problema “estetico”, i dubbi maggiori di Sonic – Il Film sono quelli riguardanti la storia fin troppo semplice ma, proprio per questo, ideale per un pubblico di minorenni, magari anche appassionati di videogiochi. D’altronde non ci si poteva aspettare un plot “adulto” per questo film di Sonic, perché Sega fin da subito ha voluto contraddistinguere le serie televisive e i lungometraggi con trame e caratterizzazione dei personaggi ideali per essere godute da bambini. Sonic – Il Film non è un film spiacevole, anche grazie alla sempre riuscita comicità (ma sempre uguale a sé stessa) di Jim Carrey negli aderenti panni del baffone Robotnik. Anche in vista di probabili futuri film della serie, che magari possano vantare budget più corposi e così un plot più complesso, voglio dare fiducia all’entrata in scena nelle sale cinematografiche dell’amato porcospino blu, che speriamo non scompaia troppo presto con la sua consueta velocità.
7
Articolo precedenteYakuza 5 è disponibile per il download su PS4 per i possessori della ‘The Yakuza Remastered Collection’
Articolo successivoRitorno al crimine: ecco il poster ufficiale e le prime foto di scena della nuova commedia di Massimiliano Bruno
Dopo la visione di “Grosso Guaio a Chinatown” a 10 anni, la mia più grande passione è diventata il cinema. Poco dopo gli adorati schiacciapensieri vengono surclassati dall'arrivo di un computer di nome “ZX Spectrum”. Scatta così l’amore per i videogiochi e la tecnologia. E le serie TV? Quelle ci sono sempre state, da "Il mio amico Arnold" fino a "Happy Days".