Sempre più spesso si vedono film in cui coppie eterosessuali sono in crisi e uno dei due tradisce l’altro. Ben più raro è immaginare che lo stesso accada in una coppia omosessuale, soprattutto se chi tradisce lo fa con una donna…e che donna.

E’ su queste basi che si struttura il film “Non c’è due senza te”, una commedia moderna, diretta da Massimo Cappelli e prodotto da Lime Film.

Moreno, Fabio Troiano, e Alfonso, Dino Abbrescia, sono una coppia consolidata che vive sulle colline torinesi in una splendida villa con vicina pettegola e antipatica, Tosca D’Aquino, annessa.

Sono molto diversi tra loro, Moreno, interior designer, è pratico e concreto, amante del suo lavoro e più freddo nel rapporto a due.

Alfonso invece è solare, allegro, si prende cura del suo amato e del loro nido d’amore. Alfonso è il sognatore della casa, immagina un matrimonio e dei figli, mentre Moreno lo riporta sempre con i piedi per terra.

La loro vita è scandita da feste in maschera e cene tra amici e prosegue, come tutte le normali coppie, tra alti e bassi.

Ma questa normalità viene interrotta dall’arrivo di Niccolò, Samule Troiano (nipote di Fabio nella realtà), nipote di Alfonso, che si fermerà per tre mesi nella casa della coppia e che non è a conoscenza dell’omosessualità dello zio.

Omosessualità che verrà presto smascherata dal ragazzino che cercherà in tutti i modi di difendere il rapporto dell’amato zio.

Ma l’arrivo di Niccolò non è il solo imprevisto contro cui i due innamorati devono scontrarsi, infatti Moreno incontrando una sua cliente, Laura interpretata da Belen Rodriguez, scopre di provare attrazione, e non solo, per la bella insegnate di spagnolo.

Comincia così una dura lotta tra i sessi che si intreccia a gag e momenti esilaranti e fino alla fine del film ci si chiede: con chi sceglierà di stare Moreno?

Non c’è due senza te, da cui è stato tratto il libro disponibile in libreria, è un film semplice, senza troppe pretese e che riesce a strappare qualche sorriso. Quindi per tutti coloro che vivono il cinema come momento di distrazione e divertimento, l’appuntamento è per il 5 febbraio.

Dove vedere Non C'è 2 Senza Te
COMMENTO
Non c’è due senza te, da cui è stato tratto il libro disponibile in libreria, è un film semplice, senza troppe pretese e che riesce a strappare qualche sorriso. Quindi per tutti coloro che vivono il cinema come momento di distrazione e divertimento, l’appuntamento è per il 5 febbraio.
5
Articolo precedenteTurner – Recensione
Articolo successivoNoi e la Giulia – Recensione