RomeVideoGameLab ritorna a maggio a Cinecittà, il videogioco si fonde con l’arte e la cultura

0

Il 10, 11 e 12 maggio 2019 negli Studios di Cinecittà, che hanno reso famoso il cinema italiano nel mondo, torna RomeVideoGameLab 2019, il festival laboratorio dedicato a scoprire tutte le novità e le potenzialità dei videogiochi coniugati ai mondi dei beni culturali, quelli che in gergo si chiamano “applied games”.

Durante questi tre giorni RomeVideoGameLab 2019 offrirà l’occasione di partecipare a molti panel di discussione e workshop. Ma non è tutto: saranno presenti masterclass, incontri con ospiti internazionali e lectio magistralis di famosissimi creatori di videogiochi.

Spazio anche all’arte correlata al videogioco, nonché al passato del medium: novanta postazioni interattive nella grande area destinata al retrogaming che oltre a seguire un criterio cronologico alla scoperta del “passato” dei videogiochi affronta anche il tema del rapporto con le altre forme artistiche.

Una novità importante è rappresentata dalla presenza dei simulatori di volo dell’Aeronautica Militare, forse la forma di applied game più immediatamente percepibile e affermata che saranno “usabili” sotto la guida di istruttori con le stellette così come la visita in realtà virtuale di ambienti ricostruiti digitalmente.

Una novità assoluta è certamente A night in the forum: Intrappolati per una notte nel foro di Augusto: l’environmental narrative game in 3d, per Sony Playstation VR, ambientato a Roma, sviluppato da VRTRON e CNR ITABC, con la consulenza di Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, e realizzato grazie ad un finanziamento della Commissione Europea.

RomeVidoeGameLab19 ospiterà anche uno spin off degli Italian Video Game Awards, il premio dedicato alle eccellenze nel mondo dei videogiochi organizzato da AESVI e giunto alla settima edizione. Venerdì 10 maggio 2019 verrà infatti assegnata per la prima volta una statuetta a forma di coda di Drago D’Oro dedicata al Best Applied Game realizzato da uno studio di sviluppo italiano. Sono quattro i videogiochi finalisti selezionati da una giuria specializzata che si contenderanno il titolo: Don-Ay: Pet Land di Affinity Project, Sema Land di Melazeta, ScacciaRischi di P.M. Studios, Maggie di Soroptimist.

Moltissimi gli ospiti importanti che terranno incontri e lezioni, cominciando da Jeff Minter (padre storico del videogioco d’autore), Francesco Toniolo e Simone Arcagni. Nel programma Level Up le lectio di Maria Rita Mancaniello (università di Fireze) e di Roberto Pisoni (Sky Arte). E domenica, all’interno dell’area di Cinecittà che ospita la suggestiva ricostruzione dell’antica Roma, una parata di cosplayer e un concerto dei CdA, una giovane band che interpreta le sigle dei videogiochi e dei cartoons.

E, dulcis in fundo, domenica 12 maggio 2019, all’interno dell’area di Cinecittà che ospita la suggestiva ricostruzione dell’antica Roma, una parata di cosplayer e un concerto dei CdA, una giovane band che interpreta le sigle dei videogiochi e dei cartoons.