Il Nibbio, primo ciak per il film di Alessandro Tonda: Claudio Santamaria nel ruolo di Nicola Calipari

0

Sono iniziate le riprese de Il Nibbio (titolo provvisorio), lungometraggio dedicato a Nicola Calipari, Alto Dirigente del SISMI che ha sacrificato la propria vita per salvare quella della giornalista de “Il manifesto” Giuliana Sgrena, rapita in Iraq da una cellula terrorista.

Il film è interpretato da Claudio Santamaria (David di Donatello per il film Lo Chiamavano Jeeg Robot) nel ruolo di Nicola Calipari, Sonia Bergamasco (Nastro d’Argento per La meglio gioventù) nei panni di Giuliana Sgrena e da Anna Ferzetti (Le Fate ignoranti, Call My Agent, 3/19, I peggiori giorni) nel ruolo di Rosa Calipari.

Alla sua seconda regia per il cinema Alessandro Tonda (Subburaeterna, Summertime) dopo aver debuttato nel 2020 con The Shift presentato in concorso nella sezione internazionale della 15°Festa del Cinema di Roma.

Il film nasce dalla volontà di ricordare Nicola Calipari nel ventesimo anniversario della sua scomparsa, che cadrà nel 2025.

Il Nibbio racconterà i ventotto giorni precedenti i tragici eventi del 4 marzo del 2005 che hanno visto morire Nicola Calipari.

Il film vuole sottolineare il suo ruolo cruciale di alto dirigente dell’Agenzia di Informazione e Sicurezza Esterna (all’epoca dei fatti SISMI) delle operazioni in Iraq nei primi anni Duemila, comprendere come operano i Servizi Segreti italiani per salvaguardare la vita umana, e scoprire al contempo la dimensione privata di Calipari, uomo, marito e padre.

Le riprese si svolgeranno a Roma, e in Marocco per 7 settimane.