Cucine da incubo, Antonino Cannavacciuolo è pronto per aiutare i ristoratori nelle nuove puntate

0

Ripartono le avventure da incubo, in giro per l’Italia, di Antonino Cannavacciuolo: sono le nuove Cucine da incubo, protagoniste del ciclo di episodi inediti.

Per Cannavacciuolo è arrivato il momento di vestire i panni del “supereroe” delle Cucine da incubo di tutta Italia.

Lo chef sarà protagonista di vere e proprie missioni impossibili nelle quali visiterà ristoranti con un servizio, uno stile e una qualità del cibo che vengono giudicati deludenti dai clienti insoddisfatti, e incontrerà i ristoratori e il personale di cucine in cui regnano liti, improvvisazione e cattiva gestione.

Situazioni talmente insostenibili, rese insopportabili da incuria o indolenza, che sembrano destinate inesorabilmente a causare la chiusura delle attività: Antonino Cannavacciuolo, con decisione, creatività ed empatia, porterà la sua esperienza da Chef e da imprenditore per consigliare gestori e dipendenti e aiutarli a trovare una soluzione.

In questo ciclo di episodi, le avventure da mission impossible saranno a Tursi (Matera), Avezzano (L’Aquila), Rivoli (Torino), Modena, Tropea (Vibo Valentia) e Pavia.

Il primo ristorante da provare a salvare sarà “Il Rifugio del Ghiottone”, attività di Scarlino Scalo, in provincia di Grosseto.

In ogni episodio di Cucine da Incubo, al via dal 16 maggio 2024, tutti i giovedì per sette settimane, alle 21.15 in esclusiva su Sky Uno e in streaming solo su NOW, sempre disponibile on demand e visibile su Sky Go, Chef Cannavacciuolo arriverà nel locale per provare in prima persona il menù e valutare cibo e servizio, osserverà poi lo staff al lavoro e, in base ai problemi emersi, darà la sua consulenza, fornendo anche consigli per un nuovo menù.

Il locale sarà sottoposto a un make over totale, una ristrutturazione completa da compiere in tempi record, che darà alla location un aspetto e un’atmosfera del tutto nuovi, capaci di renderla più accogliente, funzionale e vivibile rispetto alla precedente: una struttura che adesso sarà finalmente a misura di cliente.

Dopo questi interventi, lo staff sarà poi pronto a ricominciare: con la passione per la ripartenza e la forza dei consigli ricevuti dallo Chef, ma anche con la fondamentale consapevolezza degli errori passati, tutte le persone al lavoro in sala e cucina potranno tornare al lavoro, riaprendo le porte alla clientela.