Glory Hole, il primo thriller di Romano Montesarchio nei cinema a luglio

0

Glory Hole è un thriller psicologico che segna l’esordio al cinema di finzione di Romano Montesarchio, regista che ha diretto numerosi documentari di successo tra cui La Domitiana, Ritratti abusivi e Black Mafia.

Glory Hole segue Silvestro, un colletto bianco della camorra che incrocia la bellezza nello sguardo di Alba, figlia del boss per cui lavora.

Un incontro fatale che spinge l’uomo, incapace di commisurarsi con la purezza dell’amore della ragazza, a compiere un atto irreparabile.

Per salvarsi, Silvestro con la complicità di un prete in crisi e un eccentrico proprietario di club privé suoi amici d’infanzia, deve rintanarsi in un bunker sotterraneo.

In questo luogo oscuro, tra allucinazioni e ricordi, sarà̀ costretto, a fare i conti con il suo passato e con i suoi sensi di colpa, comprendendo che è possibile sfuggire a tutto tranne che a sé stessi.

Il bunker rappresenta la “prigione” in cui il protagonista viene invaso, sfidato, lacerato dai suoi sogni e dalle sue visioni e dai suoi rimorsi.

In questo scenario claustrofobico, il protagonista, trova un’occasione unica per scavare dentro di sé indagando le sue fragilità e debolezze più intime.

Nel cast Francesco Di Leva (Il sindaco del rione sanità, Nostalgia, Mixed By Erry, Vincenzo Malinconico, avvocato d’insuccesso), Mario Pirrello (Il commissario Ricciardi, Yara, Suburra La Serie, Rocco Schiavone), Roberto De Francesco (E’ stata la mano di Dio, Il silenzio grande, Loro, Tutto per mio figlio), Mariacarla Casillo (Mina Settembre, Un posto al sole) e Gaetano Di Vaio nella doppia veste di attore e produttore.

Glory Hole sarà nei cinema dal 18 luglio 2024.